racconto quindi esisto

Recitazione, tecniche di narrazione e creazione del racconto

23/25, 27/29 agosto -  5/8 settembre 2019
iscrizioni aperte
(invia una mail a racconto@fermentinfesta.it)

Docente: Silvia Frasson

Il lavoro prevede l'insegnamento delle tecniche di narrazione, ovvero di un teatro che mette al centro di tutto l'attore, solo sulla scena, e le sue capacità mimiche, immaginative ed evocative, visto in questa sede come unico traghettatore di una storia, di un personaggio, di un'emozione.

Contenuti
Il lavoro prevede l'approfondimento di tutto quello di cui ha bisogno un attore per stare al centro della scena e mantenere viva l'attenzione del pubblico: la creazione delle immagini, la variazione dei ritmi, l'immersione totale nella storia e l'immedesimazione, l'evocazione di un sentimento. Ogni allievo affronterà questo lavoro partendo da un racconto personale, frutto della sua fantasia, o rubato da un libro o da un giornale (fatti di cronaca), o da un suo vissuto. Si procederà poi ad analizzarlo, a strutturarlo secondo i suoi punti di forza e a recitarlo secondo le tecniche acquisite, facendo su di esso un lavoro anche di drammaturgia che va dalla ricerca del materiale specifico all'integrazione di questo con altri testi.

Acquisizione di abilità specifiche
Trovare la forza della propria presenza scenica.
Imparare ad osservare ciò che ci circonda e a saperlo rendere teatrale.
Saper raccontare in modo coinvolgente: trascinare chi ascolta nell'emozione, nel modo di guardare, nell'immaginario personale.
Dare libera espressione alla fantasia e all'immaginazione.
Imparare l'importanza narrativa di gesto e respiro rispetto alla sola parola.

Risultati previsti
Alla fine del corso gli allievi avranno sviluppato maggiore consapevolezza del proprio stare in scena, una maggiore capacità di concentrazione, una conoscenza approfondita di tutti gli strumenti su cui si basa l'arte dell'attore: la gestualità, l'immaginazione, la proprio esperienza di vita.
Avranno inoltre appreso a rendere teatrale tutto ciò che parla e colpisce la loro sensibilità, e il perché li colpisce. Infine a raccontare per come si è e il proprio punto di vista.

Sviluppo o risoluzione di aspetti espressivi e/o artistici
L'attore sulla scena deve essere forte e libero. La libertà di un attore risiede nella sua capacità di lasciar andare la sua immaginazione e la sua emozione. È un atto di fiducia che l'attore deve compiere, verso se stesso. Spesso invece egli mette l'attenzione sulle cose sbagliate: la performance, la riuscita di un pezzo. Con questo corso, allenandosi a porre l'attenzione su ciò che sta raccontando e a metterlo in primo piano, l'attore diventa strumento egli stesso ed impara ad uscire dalla pressione di dover raggiungere un risultato: non dimostra ma è. E' quella storia, è quel personaggio, è quell'emozione. E accade/esiste in quel momento.

Topic
• tecniche basi della narrazione (la posizione del narratore, le immagini che mi servono per vedere e far vedere, l'uso del ritmo, lo spazio scenico)
• uso della parola e del gesto all'interno del racconto (in che punto della frase inserire un gesto, come deve essere il gesto, i rimandi e l'ampiezza di ogni gesto, la voce e l'uso della parola come strumento fondamentale che differenzia il racconto)
• scelta della storia (da un giornale, dalla tradizione orale, dalla storia, un personaggio)
• creazione e uso delle immagini (l'immaginario dove si muoverà il narratore e i personaggi, cosa serve per creare un'immagine)
• come passare dalla narrazione alla prosa all'interno del racconto (il passaggio da narratore a personaggio)
• individuazione di cosa voglio raccontare e perché (cosa mi colpisce della storia che ho scelto e e perché, a cosa mi rimanda, cosa mi fa venire in mente , a cosa si lega di me e della mia vita)
• drammaturgia del racconto (le varie fasi: l'inizio, lo svolgimento della storia, il plot e come si sviluppa, l'inserimento di altri testi e citazioni, il finale)

Per iscrizioni invia una mail a: 
racconto@fermentinfesta.it
Racconto Quindi Esisto Silvia Frasson
Comune di Montalcino
Destinazione Montalcino
Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Siena indivenire
CESSCALC
Fermentinscena montalcino teatro
Lst Teatro
Pro Loco Montalcino
OCRA Montalcino
Scuola permanente dell'Abitare
Galleria La Linea - Arte Contemporanea Montalcino
The B-Side Eventi
Scarpe Diem